Tra arte, storia e gastronomia

27 05 2007

Tra arte, storia e gastronomia

da FirenzeNon solo arte e storia. Il nuovo viaggiatore in Toscana troverà, letteralmente, pane per i propri denti. La gastronomia è ricca e variegata, ogni luogo ha le proprie specialità e andare per trattorie, per botteghe di alimentari, per cantine o sagre è un piacere che spesso e volentieri si concedono anche i toscani. Ogni stagione, come era prima della seconda guerra mondiale e l’Italia era ancora un paese agricolo, ha le città dove merita fermarsi per qualche peccato di gola. Doc, docg, dop e così via punteggiano tutta la regione.E poi c’è il mosaico di tradizioni, l’accoglienza spesso ruvida – leggendari il «cattivo carattere» dei fiorentini, critici su tutto, ma prima di tutto con se stessi e la loro città, o l’ironia ruvida e incessante dei livornesi – che basta poco e si trasforma in calore.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: