Maggioranze variabili? Ahi!

6 05 2007

Maggioranze variabili? Ahi!
La constatazione, freddamente ed elegantemente formulata da Giuliano Amato, sulla necessità che nel prosieguo di questa legislatura, si vadano formando maggioranze variabili, ha un fondamento politico nobile, ma alquanto malinconico.Sul fondamento giuridico-costituzionale, non mi pare ancora il momento di pronunciarmi, anche se avrei qualche dubbio in più dei punti interrogativi che Amato tracciava prendendo appunti delle lezioni di Carlo Lavagna. Il fondamento politico è doppiamente nobile poiché, da un lato, Amato richiama, seppure indirettamente, la maggioranza di governo a dimostrarsi più compatta, ma, dall’altro, suggerisce alle opposizioni (cedo malvolentieri al plurale per blandire Pier Ferdinando Casini) di assumersi le loro responsabilità.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: