Così manager e dirigenti pubblici salvano i privilegi

6 05 2007

Così manager e dirigenti pubblici salvano i privilegi
– Economia

Manager pubblici, dirigenti, alti funzionari dello Stato: una volta li chiamavano i boiardi. Oggi non usa più, ma i poteri, le prebende, i privilegi sembrano duri a morire. Basta leggere con attenzione il maxi-emendamento alla Finanziaria, scritto tutto in una notte, per capire che tra errori di stampa, confusioni sui numeri di articoli e riferimenti normativi, emerge tuttavia un’architettura lineare e studiata: quella che mantiene (quasi) intatti gli emolumenti d’oro di alcuni (pochi) a fronte dei sacrifici di molti. La pubblica amministrazione significa anche questo: un Moloch costruito per «caste» fondate su una babele di prescrizioni normativ, in cui esistono distanze siderali tra uno stipendio e l’altro, tra persone che magari lavorano gomito a gomito.
Il comma più interessante per intuire le dinamiche che hanno governato la stesura finale è il 594.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: